OGM e Commissione Europea: Ambiguità e promesse fittizie


La Commissione europea, nella proposta di regolamentazione delle autorizzazioni agli Ogm, che in questi giorni verrà discussa al Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura, non fornisce basi legali per i divieti nazionali agli Ogm: non rispetta dunque l’impegno di consentire  agli Stati membri una “libera scelta”.
 

UNA CASA COMUNE PER LA COSTITUENTE DEGLI ECOLOGISTI PIEMONTESI

  Cara amica, caro amico
non vogliamo proporti una riflessione intorno allo stato del nostro paese, per convincerti che c’è bisogno di ecologia (dell’ambiente, dell’economia, della politica, delle relazioni personali, dell’educazione, del lavoro…), probabilmente ne sei consapevoli quanto noi.

Questa consapevolezza è poi accentuata da due semplici inoppugnabili considerazioni :

PROPOSTE PER UNA COSTITUENTE ECOLOGISTA

di Giuliano Tallone

Le ultime elezioni politiche e europee, con la scomparsa dal Parlamento nazionale e comunitario della rappresentanza dei Verdi, ed in quello di Bruxelles anche di ecologisti italiani in senso generale (nessun “Ecodem” del PD è stato eletto), pongono una questione seria ed una riflessione storica e di svolta sulla rappresentanza ecologista in Italia.La questione dell’ambientalismo politico italiano è oggi anche un paradosso: nel momento in cui a livello internazionale la questione ambientale, soprattutto attraverso il paradigma dei cambiamenti climatici, si impone al centro della società e della politica, esso sostanzialmente scompare.

Sabato 26 giugno NO NUCLEARE DAY a Milano

in Piazza Fontana dalle ore 14 alle 18
 
Manifestazione “gialla”  contro il nucleare

Manifestazione nata da cittadini che hanno voluto informarsi in maniera approfondita su rischi e vantaggi circa l'introduzione del Nucleare in Italia ed in seguito a questa ricerca, hanno sentito la necessità di organizzare una manifestazione, soprattutto informativa, per rendere la popolazione più consapevole sulla posizione da prendere nei confronti della prospettata reintroduzione del Nucleare.

La Consulta boccia il decreto sulle centrali nucleari

La notizia è sensazionale ma  non ne abbiamo sentito parlare dai TG nazionali, né l’abbiamo letta
sulle prime pagine dei quotidiani e per la verità poco ne hanno parlato anche i vari “comitati
nazionali” antinucleari… ma la Corte Costituzionale ha bocciato il primo atto importante del

Elezioni Olanda, vincono i Liberali conservatori, aumentano i Verdi

di Massimo Marino

Il partito Liberale conservatore (Vvd) di Mark Rutte è il vincitore delle elezioni politiche olandesi del 10 giugno , con 31 seggi contro i 30 del partito Laburista guidato da Jacob Cohen; terza forza il movimento xenofobo del Partito della Libertà (Pvv) di Geert Widers, passato da 9 a 24 deputati, il miglior risultato della sua storia. Sconfitti i Cristiano-democratici del premier uscente Jan Peter Balkenende, (passati dal 26,5 al 13,6% ) che ha annunciato il suo abbandono della politica.
 Un buon risultato per i Verdi (Groenlinke) passati dal 4,6 al 6,7% e da 7 ad 10 seggi  (con altri 2 seggi al Partito degli Animali) rispetto al 2006, sul totale dei 150 della Camera Bassa, con una vivace campagna elettorale tutta basata sul passaggio ad una economia eco-orientata .
( http://www.youtube.com/user/anniepostma#p/a/f/1/LhcyLQ9Y4Yg )

Energy Revolution con Greenpeace

  Un’opportunità imperdibile, quella che si prospetta per i governi di tutto il mondo! Entro il 2030 si potrebbe arrivare a più di 8 milioni e mezzo di posti di lavoro nell’industria delle energie rinnovabili, con l’impegno dei nostri governanti a investire in un futuro più verde. E’ quanto emerge da Energy Revolution, lo studio diffuso in questi giorni da Greenpeace e dall’Erec (European Renewable Energy Council), che parla di una vera e propria ‘rivoluzione energetica’ che potrebbe salvare il nostro Pianeta.

Colombia: Il verde Mockus al ballottaggio il 20 giugno ma prevarrà Santos

di Massimo Marino
  Il candidato della destra Santos ha ottenuto il 47% dei    voti contro il 22% del verde Mockus alle elezioni del 30 maggio. Lontani gli altri candidati: 10 % per il secondo conservatore in gara, German Vargas, davanti al candidato della sinistra, Gustavo Petro fermo al 9%.  Il prossimo 20 giugno Santos e Mockus andranno al ballottaggio


Maria Camila, studentessa universitaria, non usa mezze parole per definire il momento storico: "é l'ultima opportunitá che la mia generazione offre ai nostri genitori. Mockus é la rottura netta con la politica che si é portata avanti per interi decenni, con i risultati tragici che tutti conoscono, e molti nascondono. Se questo Paese non saprá invertire la rotta, significa semplicemente che non é il Paese in cui costruire un futuro. E l'unica alternativa possibile, per quei giovani colombiani che si stanno impegnando in prima linea con il Partido Verde, sará la fuga".

I TAVOLI PER LA CASA COMUNE DEGLI ECOLOGISTI

( Gruppo Cinque Terre    www.gruppocinqueterre.it )

 Gli ecologisti si fanno sentire in Europa e nel mondo: Francia, Ungheria, Germania, Brasile, Gran Bretagna, Colombia … 10 , 15, 20%; non sufficiente ancora per egemonizzare la direzione concreta del modello economico ed il governo di tanti paesi, ma comunque sufficiente per esprimere e diffondere il proprio  punto di vista ed ottenere qua e là continui successi puntuali.  In Italia gli Ecologisti sono assenti, forse mai nati, comunque frammentati in quell’arcipelago ecologista che una volta si declinava con orgoglio ed oggi è una palude in cui annaspano decine di gruppi, micropartiti, associazioni, che assommano ad una nobile vocazione di intenti una scarsa vocazione a coordinarsi o unirsi. 

USCIRE FUORI DALL'IMPEGNO VIRTUALE

Proviamo a guardare la realtà con occhi disincantati: L'Italia è una delle nazioni più inquinate al mondo, la pianura padana è la quinta zona più inquinata del mondo (alcuni dicono che va meglio, sarebbe l'ottava).  Comandano mafiosi e corrotti. Ogni giorno uno scandalo, tra breve le elezioni regionali che consegneranno per un'altra volta le regioni italiane alle varie cordate di potere PD - PDL. Poco importa se da qualche parte uno è meglio dell'altro. Una opposizione ecologista  frammentata e inconsistente, la casta si mangia tutto.....