LA SICUREZZA DEGLI OGM

di A. Pustzai, S. Bardocz

Il libro parte dalla clamorosa vicenda di Arpad Pusztai, eminente studioso e autorità mondiale della biochimica.  Pusztai avviò i suoi esperimenti, egli si considerava un sostenitore convinto degli OGM, ma una sua ricerca mise in discussione la loro sicurezza. Dopo un’intervista televisiva in cui espose i suoi dubbi e la necessità di ulteriori ricerche, su pressione del governo britannico fu licenziato dal prestigioso Rowett Research Institute di Aberdeen in Scozia,

dove lavorava da 37 anni. Oggi Pusztai pubblica questo libro scritto insieme alla moglie Susan Bardocz, collega in quello stesso staff di ricerca, per divulgare le conoscenze di base sulla manipolazione genetica, sugli OGM e le conseguenze della loro introduzione nell’agricoltura. Il libro risponde a domande fondamentali fra le quali: “Si può escludere la possibilità di danni alla salute in mancanza di una valutazione dei rischi nutrizionali e tossicologici indipendente, trasparente e scientificamente fondata?”.
 

“È possibile introdurre OGM nella catena alimentare umana senza autorizzazione? Con quali conseguenze?”. Il libro informa sullo “stato dell’arte” della questione OGM: ne spiega in modo accessibile a tutti le basi scientifiche (che cosa sono i geni, come si manipolano, quale impatto hanno sull’ambiente e sull’uomo ecc.). Ne svela i risvolti politici e i morali: illustra come le multinazionali del biotech pilotano gli studi e la comunicazione e influenzano perfino le scelte degli stati nazionali, con una strategia aggressiva che sfocia nel “tacitamento istituzionale”, di cui lo stesso Pusztai e sua moglie sono state le prime e più illustri vittime.

Gli autori
 

Arpad Pusztai, biochimico ungherese, si trasferì in Inghilterra nel 1956. Conseguì il dottorato di ricerca in biochimica e fisiologia all’Università di Londra; proseguì i suoi studi di ricerca presso il Lister Institute of Preventative Medicine di Londra e nel 1963 fu chiamato dal Rowett Research Institute di Aberdeen. Fu Visiting Associate Professor al Department of Biological Chemistry dell’University of Illinois Medical Center nel 1967-68. Dal 1999 collabora con la moglie al “GM Food Research Programme” dell’Università di Tromso, Norvegia, e all’università Szent István di Gödöll, Ungheria. Ha pubblicato più di 300 lavori e 9 libri scientifici.
 

Susan Bardocz, moglie di Pusztai, ha conseguito il dottorato di ricerca in biochimica e farmacologia all’Università di Debrecen, Ungheria. Dopo aver lavorato presso le Università di Ottawa e di Indianapolis, si trasferì al Rowett Research Institute. Oggi è docente di Nutrizione all’Università ungherese di Debrecen. Ha pubblicato oltre 200 lavori scientifici.
 

Prefazioni di Sergio Maria Francardo, Gaetano Sinatti e Raffaella Zanchi.